Sport e Social Media: incontrare, motivare e aiutare gli utenti

Facebook è nato nel 2004 da un gruppo di ragazzi che praticavano il canottaggio. La prima società sportiva è nata in Italia nel 1844, addirittura 17 anni prima che fosse sancita l’Unità del Paese. 

Questi due ambienti apparentemente molto lontani, in realtà hanno diversi aspetti comuni, primo fra tutti l’ utilizzano entrambi i big data, ovvero numeri e statistiche.

Non servono solo ai tecnici, agli atleti, e ai media, hanno allargato il mercato facendo diventare un fenomeno, ad esempio, il fantacalcio.

Come i social network, anche uno sportivo è pubblico in ogni sua attività. Ha una divisa, uno sponsor personale, è allenato ad essere pubblico in ogni sua manifestazione, che sia un gol, un canestro, una corsa. Soprattutto sono pubblici i suoi numeri e le sue performance. Abituato ad essere un personaggio pubblico, lo sportivo deve necessariamente avere una sua identità online.

Da un punto di vista antropologico le community sportive e il social fitness incarnano tutte le leve motivazionali che possono determinare il successo di un’azione di engagement, tipica del marketing. Ovvero: desiderio di affermazione e di auto-miglioramento da parte degli individui, senso di appartenenza collettiva a una “tribù”ricerca continua di nuovi stimoli e informazioni. Tutti elementi comuni anche ad una normale strategia di brand reputation.

L’esercizio fisico è contagioso

Non diversamente da quanto accade per le altre decisioni, anche l’esercizio fisico è influenzato dai social media. Hai presente tutti i contenuti che riguardano i risultati, i percorsi, gli allenamenti? Non si tratta altro che di stimoli per mettersi in competizione con gli altri.
Un aspetto abbastanza interessante, che riguarda questo potere di influenza, è che vengono emulati soprattutto i meno attivi a livello sportivo, come se fosse un modello più avvicinabile, proprio perché considerato “fuori gara”.
E’ la stessa logica degli influencer. Non è tanto il testimonial famoso, quanto il blogger o l’instagramer, ad essere più ambito.
Inoltre, per quanto riguarda lo sport, sembra che le donne sia più stimolate da altre donne, mentre gli uomini lo sono da entrambi, uomini e donne.

Quali social network scegliere?

Sicuramente Instagram, dove sono diverse decine di milioni i post dedicati alla forma fisica. Seguire qualche profilo ispirato al benessere, al fitness e allo sport ti permetterà di entrare in contatto con tante altre persone interessate al tuo stesso tema. Altro social dove in molti trovano la giusta motivazione per le proprie attività sportive è Facebook, ovviamente. Il social più utilizzato, ma anche quello dove foto, video e dati sugli allenamenti sono in costante crescita.

Sei alla ricerca di un Social Media Specialist?

CONTATTAMI

*
*
*
*

 

&media=http://www.ileniagiovannini.it/wp-content/uploads/2019/02/sport-e-social-network.png">
  • ">