Social Media: trend e consigli per il 2018

Tutti i social media manager ma anche gli esperti della comunicazione online, non possono permettersi di non stare al passo con i tempi, cercando di conoscere e spesso anticipare i cambiamenti che interessano il mondo digitale.

Una premessa è d’obbligo: per fare digital marketing servono professionisti.

Muoversi in un panorama così affollato potrebbe risultare complicato, anche per chi abbia una buona cultura digitale. Quindi selezione è una delle parole d’ordine del 2018 per chi fa social media marketing.

E’ importante capire quali piattaforme possono essere davvero utili per raggiungere i nostri obiettivi di (digital) marketing e focalizzare gli investimenti solo su queste. In questo modo riusciamo a misurare il ROI delle nostre attività digitali, e ad adottare metriche più efficaci.

Primo consiglio: dare maggior spazio e importanza alla digital analysis.

Tra i trend per il social media marketing del 2018, compaiono ancora i video, ma con un approccio più consapevole. Ampio spazio quindi a video brevi, di qualità, che non affollano le timeline. I contenuti volatili sono generalmente percepiti come più autentici, e possono servire a veicolare contenuti esclusivi ai propri follower. Inoltre sono leggeri, di facile lettura, virali, e fruibili per dalle masse.

Secondo consiglio: cominciare ad utilizzare il Live Streaming, con contenuti appositamente pensati per una strategia mobile-first. Ricordiamo che le connessioni da device mobili sono destinate ad aumentare rappresentando il grosso del consumo di Internet.

Quando si tratta di analizzare gli sviluppi possibili per il social media marketing nel 2018 non si può fare a meno di notare come le brand partnership tra soggetti che operano nello stesso settore possono essere strategiche per rafforzare la propria presenza online. I vantaggi più importanti, riguardano la possibilità di allargare le proprie audience e dividere i costi per la produzione di contenuti proprietari.

Un altro fattore strategico, che le aziende dovranno imparare ad usare nei mesi che seguiranno è il social media listening. E davvero importare destinare una parte dell’investimento nel monitoraggio. Ascoltare cosa la Rete dice di sé, del proprio brand, dei prodotti o servizi che si offrono può assicurare feedback fondamentali per le attività di produzione e comunicazione. Oltre, ovviamente, a fornire la direzione in cui si stanno muovendo i propri competitor. Per fortuna ad aiutare chi si occupa di strategia social ci sono oggi tanti tool, anche gratuiti, con diverse funzionalità e molto utili.

Terzo consiglio: mai improvvisare una strategia di comunicazione. Pianificare un’attenta attività di ascolto delle conversazioni per capire la propria reputazione in rete. A differenza delle ricerche tradizionali il monitoraggio della rete raccoglie le conversazioni spontanee degli utenti facendo emergere opinioni, preferenze e ricavando dati specifici.

Tra i trend per il social media marketing del 2018 non deve comunque mancare, infine, l’influencer marketing.

Coinvolgere gli influencer è una mossa vincente, soprattutto per chi faccia retail, on e offline. Sappiate che, almeno una volta, circa il 40% degli utenti Twitter ha comprato qualcosa di cui ha sentito parlare da un altro iscritto.

Ogni settore ha i suoi trend e i suoi influencer di riferimento, per questo è importante scegliere quelli giusti che possano avere più appeal. La vera novità di questo anno potrebbe essere puntare sui micro-influencer cioè capaci di parlare ai singoli.

 

 

 

 

&media=http://www.ileniagiovannini.it/wp-content/uploads/2018/03/Untitled-1.jpg">
  • ">