Personal Branding: promuovere se stesso attraverso i social media

Oggi chiunque adoperi – attraverso un profilo personale o come personaggio pubblico – uno o più social media, ha la possibilità di promuovere se stesso e fare branding senza nemmeno muoversi da casa.

Non importa il settore, non importa l’età, non importa la competenza tecnica: la forza del personal branding sta nella sua semplicità. 

In realtà, a un’analisi più approfondita, qualunque star dei social media (e qualunque esempio di personal branding riuscito) nasconde un mix di passione, impegno, costanza, abilità comunicativa e stile. In questo campo non ci si improvvisa: bisogna distinguersi, esporsi, raccontare i propri segreti, mostrare agli altri – anche ai perfetti sconosciuti – chi si è veramente.

Content e Storytelling: gli alleati fondamentali

C’è chi il personal branding lo impara a forza di errori o chi sceglie di affidarsi a professionisti qualificati. Qualunque sia la strategia scelta é essenziale utilizzare due ingredienti segreti, i contenuti da una parte e lo storytelling dall’altra. Sono questi che decretano la riuscita o il fallimento di un progetto – e sottolineiamo progetto – di personal branding. Per fare un paragone, potremmo dire che i contenuti sono gli strumenti musicali di un’orchestra, mentre lo storytelling rappresenta l’azione e la creatività del direttore. Se abbiamo buoni contenuti ma un pessimo storytelling, produrremo cattiva musica. Allo stesso risultato arriveremo se il direttore (e cioè lo storytelling) è un vero fenomeno, ma gli strumenti sono scordati e di bassa qualità…

Non si piace a tutti, ma a molti si…

La più sbagliata convinzione è quella di dover piacere a ogni costo. I guru del marketing ci insegnano il contrario: la forza di un brand personale si basa sull’esistenza di una nicchia di pubblico ben precisa. La stragrande maggioranza di personaggi del web da prendere come modello ha scelto di parlare a un target definito.

Campagne PPC: un valido aiuto

Quando siamo alle prime armi, è bene puntare su campagne advertising per farsi notare.  Il più delle volte non occorrono grandi budget: per ottenere un buon riscontro sono sufficienti poche centinaia di euro investite però con cognizione di causa. Nei social si vede subito se una persona si è circondata di gente a caso o è stata capace di “targettizzare”. Gente a caso genera poche reazioni (like, commenti, condivisioni), gente in target partecipa invece attivamente alla vita della pagina.

Se anche tu hai deciso di sfruttare i canali social per promuovere i tuoi servizi, contattami. La consulenza è gratuita!

Please fill in all of the required fields
&media=http://www.ileniagiovannini.it/wp-content/uploads/2018/09/Personal_Branding_www.pianogaranziagiovani.it_3390x2567.jpg">
  • ">